Laboratorio di BIOREATTORI E PROVE MECCANICHE

Responsabile:  Sara Mantero, Silvia Farè

Ubicazione: Edificio 21 – Via Golgi 39 – Tel. 02-23993376, 02-23993389, 02-23993393.

Presso il Laboratorio Bioreattori e Prove Meccaniche si svolge sia attività didattica nell'ambito del corso di Laurea in Ingegneria Biomedica, sia sviluppo di elaborati, progetti e tesi su argomenti legati sia alla progettazione e validazione di bioreattori per la medicina rigenerativa e l’ingegneria dei tessuti biologici sia alla caratterizzazione meccanica di biomateriali, dispositivi e di scaffold con differenti geometrie (ad es. piana, tubolare, cilindrica, fibra, porosa, compatta).

Attività:

Progettazione, realizzazione e validazione su banco di:
        -  bioreattori per l’ingegneria dei tessuti e la medicina rigenerativa;
        -  dispositivi per l’automazione dei processi di ingegneria dei tessuti (semina, ricambio del medium di coltura);
        -  sistemi idraulici per bioreattori;
      -  sistemi di sensori per colture cellulari e bioreattori;
      -  sistemi di controllo con microcontrollori e software Labview;

  Utilizzo del software CAD per il disegno tecnico di componenti (WildfireProEngineering);
  Utilizzo del software di controllo (Labview);
  Caratterizzazione meccanica di biomateriali sintetici e naturali per impieghi biomedicali, scaffold  per l’ingegneria dei tessuti, micro e nano strutture;
  Valutazione della degradazione di biomateriali polimerici o di dispositivi.

Attrezzature:

    -  
Banco di prova per bioreattori;
    -   Banco di prova idraulico; 
    -   Postazione di saldatura;
    -   Postazione per lavorazioni meccaniche (Dremel, utensili vari);
    -   Postazione informatica per disegno e progettazione;
    -   Piattaforme open-source per microcontrollori;
    -   Macchina per prove meccaniche uniassiali per materiali altamente deformabili (MTS 1/MH), dotata di cella termostatica (prove tra -80 e +150°C) e afferraggi pneumatici;
    -   Macchina per prove meccaniche di trazione e compressione statica (Instron, mod. 4310), cicli di isteresi, possibilità di prove di rilassamento anche in condizioni umide.